Autosalone Epis offre un nuovo servizio di SANIFICAZIONE della vettura con l’innovativo metodo per igenizzare gli ambienti in modo sicuro, naturale ed ecologico, ed efficace al 100% ossia tramite OZONO.


Esso è un gas naturale composto da ossigeno trivalente con la particolarità di dissolversi senza lasciar residui.

L’igienizzazione dell’abitacolo avviene saturando l’ambiente  tramite un’emissione controllata di ozono ottenendo la sterilizzazione totale di virus,  batteri, allergeni, acari, muffe, funghi, spore, lieviti, pollini e nel contempo elimina ogni tipo di odore senza lasciar residui.

La Sterilizzazione a base di Ozono ha innumerevoli vantaggi tra cui migliorare la qualità dell’aria nell’abitacolo, aumentare il comfort di guida, eliminare gli odori provocati dalla presenza di muffe nell’impianto di climatizzazione, contribuire alla manutenzione dell’auto e dell’impianto di climatizzazione riducendo i problemi di allergie.

L’intervento ha una breve durata che varia a seconda della dimensione del veicolo da 30 a 60 minuti ed è effettuato tramite l’oggetto in foto!

Trattamento ad Ozono 100% stop virus e batteri

 

 

Le agevolazioni previste dal governo per l’acquisto di un’auto ecologica saranno esclusive: Le auto usate non sono colpite da sovrattassa e sono ancora una valida soluzione per chi vuole risparmiare

E’ partito il primo di Marzo l’eco bonus per chi vuole diventare Green, quanto meno “al volante”, dove il governo ha previsto interessanti incentivi per chi decide cìdi cambiare la propria auto ad alimentazione tradizionale, con una elettrica, oppure ibrida,

tuttavia non tutti potranno beneficiarne…vediamo in sintesi alcune motivazioni:

Prima di tutto il governo ha stanziato un budget limitato per far fronte a questi incentivi, pertanto solo i primi potranno accedervi e neneficiarne,

inoltre per auto sopra un certo importo, non è previsto alcun rimborso o incentivo,

e si segnala che non tutte le categorie di automobili sono penalizzate con una sovrattassa.

Ad esempio per le auto usate, a conti fatti, non vi sono penalizzazioni e con il parco disponibile in commercio , una “quattro ruote” di seconda mano, oggi rappresenta ancora una buona soluzione per quanti intendono contenere il prezzo di acquisto e di assicurazione.

Per leggere l’articolo completo inerente l’argomento è possibile andare alla seguente pagina: www.autosaloneepis.it/loreno-epis/

Si chiude l’anno 2017 con i numeri che testimoniano una ripresa delle immatricolazioni in Italia, che si avvicinano alla soglia ottimale di 2.000.000 di autovetture vendute, come era negli anni pre crisi, ovvero nel 2007.

Sono state esattamente 1.970.497 le vetture vendute globalmente con un + 7,92% rispetto al 2016, quando le vetture immatricolate furono 1.825.892.

Il gruppo FCA ha fatto la parte del leone , con Fiat che ha venduto 402.355 vetture + 4,29%, seguita da Volkswagen con 144.825 e un + 4,06%, al terzo posto la Ford con 134.073 vetture e un+ 7,84% rispetto sempre al 2016.

Dobbiamo sempre tener presente che questi risultati non sono reali, in quanto i numeri pubblicizzati sono comprensivi di quote di autovetture intestate e non vendute che vanno ad alimentare il mercato delle vetture a Km. 0, e che verranno quindi calcolate successivamente nel mercato delle vetture usate.

Il commento quindi del buon andamento và ridimensionato in forza di queste auto immatricolazioni che vanno a “drogare” i numeri pubblicizzati, ma che comunque parlano di un anno positivo per tutto il settore automotive.

Per quanto riguarda la vendita di autovetture usate il trend è stato positivo rispetto al 2016, con un incremento del 4,7%, essendo state vendute 2.950.500 auto contro le 2.818.440 del 2016.

Il risultato è stato inferiore alle attese, soprattutto per le campagne pubblicitarie molto “aggressive” fatte dalle case costruttrici per vendere soprattutto i propri modelli di fascia medio piccola.

Il settore delle auto usate è sempre penalizzato dai costi fiscali che opprimono i trasferimenti di proprietà e le tasse di circolazione, che in Italia sono tra i più alti in Europa, e naturalmente condizionano le compravendite delle stesse .

Rimaniamo sempre in attesa di normative defiscalizzanti del settore auto, e con le elezioni alle porte le speranze di cambi di marcia sono sempre “auspicabili”….

Epis Loreno